Se il corpo cambia, cambia lo spirito, e se lo spirito cambia, il cosmo intero si modifica

venerdì 23 agosto 2019

SCIOGLIERE IL CORPO DOPO L'ESTATE...


Estate. Tempo di riposo, di svago.

Il tempo si dilata, i ritmi si fanno più lenti e talvolta un po' di pigrizia ci assale, fino a farci dimenticare la nostra pratica Yoga giornaliera.



Il risultato, per molti, è catastrofico!
Invece di sfruttare il naturale rilascio energetico, caratteristico della stagione, ci ritroviamo con il corpo indolenzito, contratto, incapace di affrontare anche i più semplici allungamenti.
Settembre si avvicina e non sappiamo da che parte cominciare!

E allora ecco alcune delle domande che mi sento porre più di frequente:
- come faccio ad affrontare la ripresa?
- come faccio a sciogliere il corpo prima di una sequenza intensa?

martedì 25 giugno 2019

BUONA ESTATE!

Il 24 giugno di ogni anno si celebra la natività di San Giovanni Battista, che anticipa la nascita di Gesù di sei mesi esatti. 

Grandi festeggiamenti interessano tutta la comunità cristiana: falò, processioni, tradizioni e riti di vario genere caratterizzano questa notte popolarmente considerata “magica”.


Ma la festa ha come sempre origini più antiche, da ricercare nelle tradizioni pagane.

In effetti il giorno del 24 giugno è l’apice dell’arco di festeggiamenti che iniziano il 21 e che erano tradizionalmente conosciuti sotto il nome di Solstizio d’Estate.
Solstizio deriva dal latino “Sol stat” che significa “Il sole staziona”. Nel periodo compreso tra il 21 e il 24 giugno, al tramonto, il sole raggiunge il massimo punto sull’orizzonte e da quel momento in poi inizierà a tramontare sempre più in basso. Sono giorni in cui il numero di ore di luce supera il numero di ore di buio, i giorni più lunghi dell’anno.
Dopo il 24 giugno inizierà la lenta e inesorabile discesa dell’astro sull’orizzonte fino ad arrivare di nuovo alla vittoria delle tenebre sulle ore di luce, sconfitte il 24 dicembre (solstizio d’inverno) in cui il sole riprende la risalita e le giornate iniziano ad allungarsi. Anno dopo anno, stagione dopo stagione.

venerdì 19 aprile 2019

LUNA PIENA DI APRILE. CONCEDERSI UNA PAUSA.

Molto spesso, quando a lezione tiro in ballo la luna, scorgo tra gli allievi sguardi interrogativi, come a dire "ma che cosa c'entra la luna con lo Yoga?"...

C'entra, c'entra! Eccome!

L’influenza della Luna si esprime soprattutto sui liquidi dell’organismo e sulla psiche. 
Proprio per questo, il simbolismo lunare è in relazione al subconscio, all’acqua, alla sensibilità, alla ricettività, all’adattabilità, all’istinto. 
Tutte caratteristiche per eccellenza dell’aspetto femminile. 
Luna è Chandra, divinità risanante e rinfrescante, e tra le sue funzioni vi è quella di aiutare le piante a crescere.

Se pensiamo che il nostro corpo è composto per il 70% di acqua, come possiamo non essere influenzati dalla luna, capace perfino di provocare il fenomeno delle maree?

Lo Yoga, grazie alla sua duttilità, ci permette di canalizzare le giuste energie in relazione alle esigenze psicofisiche di ciascuno; a livello fisico possiamo lavorare praticando le asana che stimolano più o meno intensamente le energie connesse con la Luna, come ad esempio le acque corporee che “sgorgano” dal secondo chakra o la regione della gola strettamente collegata alla regione pelvica.

Oggi, 19 Aprile assistiamo al fenomeno della Luna nella sua massima pienezza. 
In questo momento è all’apogeo di influenza sul nostro pianeta; il flusso arriva al massimo, cresce la ricettività e la sensibilità di tutti gli organismi viventi viene amplificata. 

martedì 12 febbraio 2019

POSIZIONI DI ROTAZIONE



Adoro le torsioni!
D'altronde "la spirale è la vita"! 

Lo sostenevano gli antichi, ancora prima che fosse effettivamente scoperto che all'origine di ogni forma vivente si trova il DNA, ovvero due eliche complementari tra loro, che con un movimento a spirale nello spazio, formano la struttura fondamentale della vita.

L'essere umano ha quindi percepito da sempre, nel suo inconscio, questa dinamica della spirale, come qualcosa di profondamente connesso al movimento vitale. 
E infatti, non a caso, questo motivo è universale. Lo si ritrova ovunque, a livello degli elementi naturali più semplici, nel campo della vita quotidiana, quanto nelle forme artistiche o simboliche più complesse ed elaborate.
Il movimento della spirale è presente in tutti i regni, minerale, vegetale, animale o umano. 
Essa richiama l'idea stessa del movimento: il suo motivo aperto, illimitato richiama il moto incessante, ininterrotto. La spirale è un'energia che produce energia.
Questa dinamica viene riprodotta dalla colonna vertebrale nelle posizioni di rotazione.
Posture al tempo stesso energetiche e rilassanti, che possono essere mantenute a lungo, procurando una piacevole sensazione di benessere e distensione.
Le rotazioni del centro vitale, inoltre, favoriscono la digestione e riportano al momento presente

Illustro di seguito una sequenza di torsioni che stimola il prana (energia vitale) intorno all’ombelico (vayu samana), che si ritiene favorisca la digestione. 


lunedì 17 dicembre 2018

DICEMBRE. L'ARRIVO DELLA LUCE...E DEL NUOVO LIBRO!!

Gestazione, dal latino “gestatiōnem”. 
Deriva dal verbo “gestāre”: portare.

Ma a me fa venire in mente anche creare. 
Accendere e custodire. 
Tenere e nutrire.
Sostenere e contenere.
Ospitare e trasportare. 
Accompagnare. 

Infine, dare alla luce.




Così è un po' per la gestazione di una creazione artistica, di un'opera di ingegno, e così è stato per il mio nuovo libro. 
E quale mese migliore di dicembre, il mese in cui la luce torna a vincere sull'oscurità e sulle tenebre?

Perché scrivere un libro, mi chiede qualcuno. 
L'idea è nata a seguito delle molte richieste, ricevute dalle mie allieve dei corsi di Yoga in gravidanza, che volevano "uno strumento semplice per fare Yoga a casa". 
La sua concretizzazione nasce insieme alla mia secondogenita, Mira, che nel 2015 ha praticato con me per nove mesi, e oggi ama guardare il mondo a testa in giù! 
Ringrazio ogni giorno lo Yoga, che ha spalancato le porte del mio cuore, e mi ha aiutato a vivere i mesi di gravidanza con coscienza e leggerezza. Da mamma e insegnante, spero che questo libro possa essere un supporto prezioso per accompagnare le donne in un meraviglioso viaggio alla scoperta di un nuovo sé.  

Per chi si avvicina allo Yoga per la prima volta, il libro può essere un supporto prezioso per affrontare la gravidanza con serenità. 
Una lettura semplice, piacevole, arricchita da consigli, curiosità e testimonianze e corredata da colorate illustrazioni che facilitano la comprensione, svelando a poco a poco i segreti di questa disciplina millenaria. 

Per chi già pratica Yoga, ed è curioso di approfondire questo aspetto della disciplina, il libro fornisce spiegazioni accurate, raccogliendo dati che riguardano le modificazioni del corpo durante la gravidanza, e sintetizzando alcuni concetti chiave della tradizione logica

Il cofanetto, in edizione limitata, è stato pensato come un "dono" speciale per la donna in gravidanza. 
All'interno della scatola troverete 24 carte illustrate, che esemplificano le varie posizioni da eseguire durante i nove mesi, e un libretto di istruzioni, corredato anch'esso da illustrazioni e da tre storie che riguardano altrettante divinità indiane legate alla maternità.

E allora che aspettate?
Potete effettuare l'ordine direttamente da questo sito, cliccando sul bottone alla vostra destra! 
Namaste!
Vale